ANDREA POZZA, artista e fotografo freelance vive e lavora a Bolzano.
Fin da ragazzo l’amore per i viaggi e i luoghi lo porta ad avvicinarsi alla fotografia, che diventa per lui un mezzo attraverso il quale trattenere la memoria delle proprie esperienze. La sua carriera fotografica, iniziata tra le file del Fotoclub Bolzano nel 1988, è caratterizzata da numerose mostre fotografiche personali e collettive e da svariati premi. Dal 1999 è inviato speciale delle riviste “Aviazione Sportiva” e “Volo Sportivo” raccontando attraverso di esse il mondo del volo per immagini e parole. In parallelo porta avanti una sua ricerca personale influenzata profondamente dalla bellezza dell’abbandono, esplorando i luoghi dimenticati e svelandone i segreti attraverso l’obbiettivo della sua macchina fotografica. Le sensazioni provate durante queste “esplorazioni misteriose” risultano fatali e fanno nascere in lui la voglia di interpretarle in chiave artistica. Ecco quindi che alla fase di pura documentazione iniziale se ne affianca un’altra che va a esplorare l’animo nel profondo. Da questa “nuova” fase scaturiscono i lavori degli ultimi anni, raccolti per la prima volta nel 2014 in una mostra personale dal titolo “Inquietanti presenze”.